Attori, una categoria di aspiranti professionisti

Sul numero di Novembre di Diari di Cineclub, Enzo Saponara, attore e socio fondatore di Rete Cinema Basilicata, riapre il confronto sul tema del riconoscimento dello status di “attore professionista” e sulla necessità di maggiori tutele per la categoria.

Un mio caro amico, produttore e regista, nel bel mezzo di una intricata discussione sull’industria cinematografica mi dice: “Tu lavori solo se ti pagano?”. E io ho risposto lapidario: “Perché tu lavori anche se non ti pagano?”. “No certo” è stata la risposta. Gli attori sono dei soggetti professionali che intraprendono un percorso di formazione teatrale di base, frequentando, negli anni, i corsi più disparati: danza, canto, dizione, boxe, Yoga, Tai Chi e chi più ne ha più ne metta. Tutto è essenziale nella preparazione di un attore per motivi abbastanza ovvi. Un apprendimento che non ha confini per una categoria di professionisti altamente specializzata, ma molto fragile a causa della dimensione intermittente e atipica in cui si trova ad operare. La distinzione fra dilettanti e professionisti non è mai chiara. Negli States, ad esempio, il distinguo è operato dall’iscrizione al sindacato. In Italia, invece, il mandato ad un’agenzia di artisti, ancora scarsamente regolamentato, rappresenta un debole elemento discriminante. Veniamo al dunque. Lo slogan “Chi lavora gratis rovina il mercato” è ricorrente ormai in tutti i settori, figuriamoci nel mondo dello spettacolo; infatti molti attori e attrici accettano di lavorare senza paga, senza contributi…

(leggi tutto l’articolo gratis cliccando qui: Diari di Cineclub)

 

Clicca su  Diari di Cineclub n. 44 – Novembre 2016 e leggi anche;

Abbiamo cercato di capire sempre qualcosa di più del mondo. Conversazione con Bèla Tar. Judit Pintér, Paolo Vecchi;Il boom delle sale cinematografiche ecclesiali e religiose del 2000. Roberto Venturoli;

Attori, una categoria di aspiranti professionisti. Enzo Saponara;

Il Senato approva la legge sul cinema che non ci piace. Alessia Petraglia;

Le posizioni del MiBACT renziano sulla nuova legge Cinema. Chiara Zanini;

……(continua a leggere gratis su Diari di Cineclub)

 

Tags:
0 Comments

Leave a reply

Sending

Accedi con le tue credenziali

oppure     Crea un account

Hai dimenticato i dettagli di accesso?

Create Account